Fresco di stampa, il nuovo giallo scritto a quattro mani da Pierluigi Porazzi e Massimo Campazzo è già approdato sullo scaffale di una libreria molto particolare. The bookcase of my mind ha letto e recensito Una vita per una vita mettendo in luce parallelismi letterari, rimandi a fumetti tra cui The Killing Joke di Alan Moore, ma soprattutto la centralità di un tema delicato come il bullismo. L’attenzione si concentra sul disagio psicologico delle vittime e sulla crudeltà di un fenomeno per il quale raramente c’è giustizia. Se è vero, infatti, che in alcuni casi i bulli possono maturare e riconoscere di aver sbagliato, difficilmente le vittime dimenticheranno o si lasceranno l’accaduto alle spalle, afferma l’autrice della recensione. A pagare restano, per l’appunto, solo loro, le vittime, le cui cicatrici continuano a bruciare.

The bookcase of mind: Una vita per una vita, di Pierluigi Porazzi e Massimo Campazzo.

Oggi si aggiunge anche la scheda dedicata dal sito MilanoNera, il portale portale web dedicato al giallo e al noir nato nel 2006 da un’idea dello scrittore Paolo Roversi.
Leggiamo assieme la recensione dei nostri colleghi meneghini: Una vita per una vita, la recensione di MilanoNera.