“Un po’ di follia in primavera” (Longanesi, 2016) è il penultimo romanzo di Alessia Gazzola, il sesto che vede come protagonista la specializzanda Alice Allevi, aspirante medico legale che spesso collabora con la polizia di Roma per risolvere dei casi di omicidio.

Al suo fianco, il mentore ed ex amante, l’affascinante medico Claudio Conforti (nella serie soprannominato “CC”) che tenta in tutti i modi convincerla  – senza riuscirci – che per diventare un buon medico legale ci vuole una sana dose di cinismo e distacco nei confronti delle vittime e delle loro storie.

E invece Alice si affeziona a quei corpi inermi, privi di vita; spesso sono vittime di un omicidio e ancor più frequentemente sono persone che Alice stessa ha conosciuto, quando erano in vita. Alice affianca l’ispettore Calligaris nelle indagini di omicidio che coinvolgono i cadaveri portati all’Istituto di Medicina Legale di Roma, dove la serie di romanzi è ambientata e, scavando nella loro vita privata, nelle relazioni che coltivavano con i sospettati, Alice riesce sempre ad arrivare alla verità.

In “Un po’ di follia in primavera” la specializzanda Alice, intelligente, sensibile e un po’ maldestra si trova a indagare un caso omicidio che vede come protagonisti uno psicoterapeuta, una donna alla quale è stata tolta la custodia del figlio e una famiglia altolocata che nasconde diversi segreti.

Sullo sfondo, la vita sentimentale di Alice, che arriva a una svolta importante. L’amore della sua vita, Arthur, il reporter avventuriero, le chiederà di sposarlo. Alice dirà di sì? Arriverà anche il momento, all’interno del romanzo, nel quale Alice scoprirà qual è l’unica persona in grado di renderla felice: sarà Arthur, “CC” o semplicemente se stessa?

Alessia Gazzola è stata una grande scoperta nel panorama della letteratura contemporanea, in quanto, con la serie di romanzi che vedono Alice Allevi come protagonista – è riuscita a coniugare la suspense tipica del romanzo “giallo” con la leggerezza e ironia del romanzo “rosa”, un connubio che il lettore apprezza. 

Un’altra nota di merito va alla scelta, dettata anche dal fatto che Alessia Gazzola si è specializzata in medicina legale, di dare maggior risalto al ruolo dei medici legali nei casi di omicidio.

Ricordiamo che è da poco terminata la fiction “L’allieva” che vede come protagonisti proprio i personaggi dei romanzi di Alessia Gazzola. L’ultima puntata, andata in onda su Rai 1, ha chiuso con una media di 4.800.000 spettatori, conquistando un gran successo! A settembre 2017 è prevista l’uscita della seconda serie, nel frattempo potete gustarvi l’ultimo romanzo di Alessia Gazzola, “Non è la fine del mondo”.

 

Voluta_v1Acquista-Online_v1Autore: Alessia Gazzola
Titolo: Un po’ di follia in primavera
Editore: Longanesi
Anno: 2016