Tre è il terzo romanzo di Valérie Perrin, una delle autrici più acclamate degli ultimi anni.
Confesso di non aver letto i primi due libri dell’autrice ma di aver iniziato da questo, pubblicato a giugno di quest’anno.

La prima cosa che salta agli occhi in questo romanzo è la narrazione scorrevole che dà vita a dei personaggi profondi, tratto distintivo che rende Tre una storia da leggere tutta d’un fiato.

Tre racconta la storia di tre amici, Adrien, Étienne e Nina, che si scelgono silenziosamente nel cortile della scuola elementare Pasteur di La Comelle, nella Saone-et-Loire durante il primo giorno di quinta elementare. Era il 1987 quando si scambiano il primo sguardo, sotto l’occhio vigile di un quarto enigmatico personaggio: Virginie.

Étienne a sinistra, Nina in mezzo, Adrien a destra.

I tre amici sono completamente diversi, ma uniti da un legame capace di resistere ad ogni scossone (l’adolescenza, le assenze e i lutti). Anche se lontani, si cercano e sanno sempre se uno di loro ha bisogno di aiuto. Adrien è timido, introverso e silenzioso; Nina, ha occhi neri e profondi, è forte e ama gli animali; Étienne è bello e tenebroso, sempre circondato dalle ragazze e dipendente dagli altri due.

Oltre che dall’amicizia incrollabile sono legati dalla musica e dai testi delle canzoni che passano intere ore a comporre, vincolati da un progetto di futuro che niente e nessuno potrà ostacolare: andare tutti e tre a Parigi appena finito il liceo. Prenderanno un appartamento, si divideranno l’affitto, faranno lavoretti qua e là e finiranno sul palcoscenico dell’Olympia.

Tre racconta la storia di un’amicizia nata tra i banchi di scuola, un’amicizia infantile che cresce e cambia in base agli eventi che vivono Adrien, Étienne e Nina. Primo tra tutti è la misteriosa scomparsa di Clotilde Marais, la ragazza di Étienne che sparisce in una notte di fine estate. Un altro evento che segna l’amicizia tra i tre ragazzi è il matrimonio di Nina con il ricco Emmanuel Damamme.

Oltre all’amicizia, Tre affronta con delicatezza temi attuali, difficili e controversi. 
Emmanuel convincerà Nina a sposarlo approfittando di un momento di profonda crisi e debolezza. Proprio su questa debolezza Emmanuel lavorerà per sottomettere Nina al suo controllo: le farà lasciare il lavoro e la isolerà dai suoi due amici e dalla sua famiglia.
La Perrin ci mostra come l’ossessione possa diventare una vera malattia in grado di rovinare la vita di chi la subisce, ma anche di chi la esercita.

Un altro tema affrontato all’interno del romanzo è la consapevolezza di non sentirsi a proprio agio con il proprio corpo. Adrien vive silenziosamente una sofferenza così forte che lo porterà ad avere reazioni violente apparentemente senza motivo. Nella sua anima prova un disagio così profondo da non riuscire ad esprimerlo nemmeno a sua madre e ai suoi amici.

Adrien era capace di sparire per davvero, Joséphine l’aveva sempre saputo, lo sentiva, era come una minaccia insidiosa. Il figlio si portava dietro qualcosa di grave, qualcosa che esulava dal quadro dell’infanzia. Adrien non era mai spensierato. Era dolce, ma serio. Non c’era bisogno di dirgli di fare i compiti, lavarsi i denti, apparecchiare la tavola o mettere a posto, lo faceva da solo. Rideva spesso, una risata cristallina che Joséphine amava, e sapeva abbandonarsi alla gioia, soprattutto quando c’erano Nina ed Étienne e guardavano la televisione insieme, ma ricadeva sempre sui propri piedi, piedi da adulto che portava il 35.
Da quel giorno Adrien aveva diffidato degli altri e della loro perversità.
Non si era più fidato di nessuno.
Quell’anno scolastico gli aveva dato due amici e tolto l’innocenza.

Valérie Perrin, già autrice del bestseller Cambiare l’Acqua ai Fiori è tornata in libreria con il suo nuovo romanzo, Tre, entrando nuovamente a gamba tesa nella top 10 delle classifiche mondiali.

Le oltre 600 pagine che compongono questo romanzo lo rendono lungo alla vista e al tatto, ma leggero e scorrevole una volta che vi sarete tuffati tra le sue pagine. Tre è pieno di tutto: di amicizia, amore, violenza, mancanze, sofferenza e difficoltà a mostrarsi per quello che si è veramente.

Autore: Valérie Perrin
Titolo: Tre
Editore: edizioni e/o
Anno: 28 giugno 2021